KIKO Bright Duo Eyeshadows Review Swatches
Trucco

Duo Brillanti: Elementary e i Nuovi KIKO Bright Duo Baked Eyeshadow

KIKO Bright Duo Baked Eyeshadow 06 Avorio Dorato – Bronzo, 15 Malva Perlato – Borgogna Metallico, e 21 Verde Giada Metallico – Frassino Perlato


Avete mai visto Elementary?

Beh, in caso non l’abbiate visto, si tratta di una serie televisiva incentrata su uno Sherlock Holmes dei giorni nostri, affiancato dal Dr. Joan Watson.

No, non mi sono sbagliata a scrivere. Il Dr. Watson è una donna – e, lasciatemelo dire, l’idea mi piace assai!

Mi piace specialmente per il fatto che lei non sia solamente la spalla di Sherlock, ma che i due abbiano invece una relazione perfettamente paritaria, sia come amici (nessuna love story, promesso!), che come detective.

Sono proprio un duo eccezionalmente brillante, e vi consiglio davvero di guardare la serie se non l’avete mai vista.

A proposito di ‘duo brillanti’… Lo sapevate che KIKO ha da poco lanciato dei nuovi ombretti cotti chiamati ‘Bright Duo?

Io ne ho provati tre dei 24 disponibili (06 Avorio Dorato – Bronzo, 15 Malva Perlato – Borgogna Metallico, 21 Verde Giada Metallico – Frassino Perlato) e, beh, sfortunatamente, Sherlock Holmes e il Dr. Joan Watson sono l’unico duo brillante che vi consiglio veramente…

KIKO Bright Duo Baked Eyeshadow Swatch ReviewGli swatch dei KIKO Bright Duo Baked Eyeshadow da bagnati. S-D: 06 Avorio Dorato – Bronzo, 15 Malva Perlato – Borgogna Metallico, 21 Verde Giada Metallico – Frassino Perlato


Volete sapere perché?

KIKO Bright Duo Baked Eyeshadow 06 Avorio Dorato - Bronzo Review SwatchKIKO Bright Duo Baked Eyeshadow 06 Avorio Dorato – Bronzo


KIKO Bright Duo Baked Eyeshadow 15 Malva Perlato – Borgogna Metallico Review SwatchKIKO Bright Duo Baked Eyeshadow 15 Malva Perlato – Borgogna Metallico


KIKO Bright Duo Baked Eyeshadow 21 Verde Giada Metallico – Frassino Perlato Review SwatchKIKO Bright Duo Baked Eyeshadow 21 Verde Giada Metallico – Frassino Perlato


Per prima cosa, come si legge sul sito di KIKO, i Bright Duo Baked Eyeshadow (€7,90) dovrebbero essere utilizzabili sia asciutti che bagnati, ma con il pennello asciutto io proprio non riesco a prelevare il prodotto, e quindi li uso sempre bagnati. Il problema è che se li uso bagnati, i diversi colori sono molto difficili da sfumare insieme per ottenere una bella transizione.

Inoltre, visto che si chiamano ‘Bright Duo’ (‘bright’ riferito a un colore vuol dire ‘acceso’), mi aspettavo che i colori fossero, appunto, più accesi. Invece il 21 Verde Giada risulta piuttosto spento sulla palpebra e il duo 15 Malva – Borgogna dà quel bell’effetto livido…

Lo 06 Avorio Dorato – Bronzo è decisamente il mio preferito, ma sfortunatamente non dura molto a lungo (sulle 5 ore applicato sopra al NARS Pro-Prime Smudge Proof Eyeshadow Base).

KIKO Bright Duo Baked Eyeshadow 06 Avorio Dorato - Bronzo Review SwatchOggi indosso il KIKO Bright Duo Baked Eyeshadow 06. Ho usato il Bronzo su tutta la palpebra e lungo le ciglia inferiori, e l’Avorio Dorato nell’angolo interno. Sulle labbra invece indosso il YSL Rouge Pur Couture The Mats in 201 Orange Imagine


Ora, non è che i KIKO Bright Duo Baked Eyeshadow siano terribili, ma al giorno d’oggi ci sono talmente tanti ombretti economici di buona qualità, che sinceramente mi aspettavo qualcosa di meglio. Chissà, magari gli altri colori avranno performance migliori?

Voi avete provato questi nuovi ombretti di KIKO? Vi hanno soddisfatte più che a me? E cosa ne pensate dell’idea di un Dr. Watson donna?


SEGUITEMI SU Instagram | Facebook | Twitter | Bloglovin’ | Google+

E potete trovarmi anche su Snapchat come carolinapage!

You Might Also Like...

2 Comments

  • Reply
    Vale
    4 agosto, 2016 at 2:11 pm

    Beautiful eyeshadow ! Kisses

    Fashion and Cookies – fashion and beauty blog

  • Reply
    Luglio 2016: I Preferiti del Mese & Dovrei Proprio Smetterla di Parlare del Tempo – Carol in a Page
    7 agosto, 2016 at 11:56 am

    […] difficile da catturare in foto, ma se volete provare a vederlo in azione, lo indosso nel post precedente assieme alla terra di Too […]

  • Leave a Reply